Uffici giudiziari, Provincia e altre vittime

Uffici giudiziari, Provincia e altre vittime della spending review

La soppressione della Provincia di Matera e della Sezione distaccata di Pisticci del Tribunale sono soltanto l’inizio della revisione della spesa attuata dal Governo. Sparendo la Provincia, seguiranno la Prefettura, la Questura, la Camera di Commercio, la Biblioteca e la Mediateca Provinciale e chissà cos’altro ancora.
In confronto il ridimensionamento della Telecom, dell’Enel e dell’Italgas e la soppressione della Banca d’Italia di qualche tempo fa, sono poca cosa.
Confapi esprime forte preoccupazione per il destino di un territorio, quello della provincia di Matera, che viene sacrificato sull’altare della revisione della spesa per porre rimedio a decenni di sprechi di tutti i tipi e a tutti i livelli, in maniera lineare e senza guardare all’effettivo risparmio.
Per la Provincia, per esempio, si risparmierà qualcosa per i costi della politica, ma si spenderà molto di più per mantenere lo stesso livello di servizi (viabilità, edilizia scolastica, trasporti, ecc.).
La soppressione della Sezione distaccata di Pisticci del Tribunale comporterà un allungamento dei tempi delle cause, con danno anche per il sistema economico e con un risparmio illusorio.
Confapi Matera ritiene che non si possa ridurre tutto ad una questione di risparmio economico, ma che si tenga conto anche del rispetto e della considerazione di una popolazione che, di questo passo, non avrà più riferimenti istituzionali concreti sul proprio territorio.
Confapi, naturalmente, guarda soprattutto al sistema imprenditoriale locale, che già incontra difficoltà per superare una burocrazia spesso farraginosa degli uffici pubblici e che, con le riforme in atto, vedrà soltanto aumentare i problemi.
Non ci saranno la Provincia, la Prefettura, la Questura, la Camera di Commercio, ma ci dovranno per forza essere delegazioni di questi uffici sul territorio; con quale risparmio? Ci saranno solo uffici di rappresentanza? Con quale livello di servizi? Le imprese dovranno recarsi ogni giorno a Potenza o la società digitale e informatizzata annullerà d’un colpo le distanze fisiche e renderà tutto più semplice? Il sistema imprenditoriale non si fida ed è fortemente preoccupato.

Matera, 30 luglio 2012
CONFAPI MATERA
Ufficio Stampa

You should be logged to write a comment