Turismo a Metaponto: il Commissario prefettizio è già al lavoro Bene sicurezza e ambiente, da discutere l’utilizzo del ricavato dell’imposta di soggiorno

Raccogliendo sollecitamente l’invito di Confapi Turismo, il Commissario prefettizio del Comune di Bernalda, Linda Camerini, ha prontamente incontrato i responsabili dell’Associazione per discutere delle questioni più urgenti relative ai servizi per l’accoglienza turistica a Metaponto.
I temi principali posti dagli operatori sono stati la sicurezza e l’ambiente, oltre all’imposta di soggiorno.
Il Commissario, non solo ha dichiarato ampia disponibilità a risolvere i problemi, ma è passato velocemente ai fatti. Dopo un rapido sopralluogo nelle strade del Lido è stata finalmente riaccesa la pubblica illuminazione, finora tristemente spenta, e sono stati svuotati i cassonetti della nettezza urbana, migliorando notevolmente almeno l’impatto visivo.
Per un efficace servizio di pulizia delle strade e di raccolta dei rifiuti, il Commissario incontrerà nei prossimi giorni la società esterna titolare del servizio. L’intero territorio, inoltre, necessita di una bonifica e di un restyling completi per un decoro degno di una località turistica di così elevato richiamo.
In merito all’imposta di soggiorno, la cui introduzione fu a suo tempo contestata da Confapi Turismo, l’Associazione chiede la convocazione di un tavolo tecnico per discutere dell’applicazione dell’imposta di scopo e dell’utilizzo dei proventi a beneficio del sistema turistico locale.
Se proprio le esigenze di bilancio del Comune impongono questo odioso balzello – hanno dichiarato i responsabili di Confapi Turismo presenti all’incontro -almeno verifichiamo che le somme incassate siano spese per combattere il degrado in cui versa Metaponto.
Rimane il fatto – ripete l’Associazione – che la principale località turistica balneare della provincia di Matera dovrebbe garantire condizioni ambientali accettabili ricorrendo alla fiscalità generale, anziché farle pagare ai turisti.
Il confronto con il Commissario prefettizio proseguirà nelle prossime settimane, visto che il clou della stagione turistica è ridotto a soli 60 giorni.

You should be logged to write a comment