PAIP MATERA

Presso Confapi incontro tra le imprese del Paip e il presidente della Commissione comunale attività produttive De Palo sulla cessione dei suoli già concessi in diritto di superficie in diritto di proprietà

Numerosi imprenditori delle aree Paip 1 e 2 di Matera hanno incontrato, presso la sede di Confapi, il presidente della commissione comunale Attività produttive Gianfranco De Palo per conoscere il contenuto operativo della recente delibera consiliare che consente l’acquisto dei suoli, già concessi in diritto di superficie, in diritto di proprietà.
Grazie all’intervento congiunto di Confapi e Cna, con numerosi incontri e trattative durate un anno e mezzo, il lavoro condotto dal consigliere De Palo e dagli assessori Rivelli e Vignola ha portato alla definizione di un provvedimento che consente alle imprese interessate di acquistare la proprietà dei suoli che detengono in diritto di superficie. Un lungo iter che prese le mosse già con Nicola Di Marzio, presidente della commissione attività produttive nell’amministrazione Buccico.
Confapi considera questo un ottimo risultato per le imprese dei Paip 1 e 2, che in tal modo potranno liberarsi di un pesante fardello e pianificare al meglio eventuali investimenti e ampliamenti. Esse, inoltre, potranno accedere più facilmente al credito bancario per mutui e leasing, cosa oggi complicata dal fatto che i suoli sono concessi al 70% in proprietà e al 30% in diritto di superficie.
L’acquisto dei suoli avverrà al prezzo di 12 euro a metro quadrato, con pagamento rateizzabile in 12 mesi. Confapi evidenzia che da questo provvedimento il Comune di Matera trarrà beneficio per le proprie casse, che risentono dei minori trasferimenti statali. In teoria, se tutti aderissero, il Comune incasserebbe circa un milione e 600mila euro. Soldi che De Paolo propone di utilizzare per interventi di riqualificazione delle aree Paip.
L’Associazione, quindi, invita gli operatori interessati alla trasformazione a cogliere questa occasione, pur nella consapevolezza che il periodo di crisi ha ridotto la liquidità aziendale proprio adesso che si presenta questa opportunità attesa da anni.
Confapi sottolinea, infine, che il Comune si è impegnato a ricostituire la Consulta per il PAIP, organismo in cui sono presenti le Associazioni imprenditoriali.

Matera, 7 giugno 2012
CONFAPI  MATERA
Ufficio Stampa

You should be logged to write a comment