Nasce la Sezione Ambiente di Confapi Matera – Presidente Domenico La Carpia

Nasce la Sezione Ambiente di Confapi Matera Presidente l’imprenditore di Ferrandina, Domenico La Carpia

È nata la Sezione Ambiente di Confapi Matera, una nuova Categoria imprenditoriale che raggruppa le aziende che operano nel settore ambientale.

L’Assemblea della Categoria, riunitasi nella giornata di ieri, ha eletto Presidente, all’unanimità e per acclamazione, Domenico La Carpia, direttore tecnico dell’azienda La Carpia Domenico Srl con sede in Valbasento zona industriale di Ferrandina, operante nei settori di gestione rifiuti mediante recupero e smaltimento, opere di bonifiche ambientali, messa in sicurezza e attività di protezione ambientale di siti. Vice Presidente è Lucio Morelli di Cerpes Srl di Matera, azienda che si occupa di servizi specialistici in ambiente e sicurezza.

Il Consiglio Direttivo è composto da Antonio Giannini (Alfaconsult), Giuseppe Larocca (Cio Impianti), Berardino Iula (Ecosud), Carmela Iula (Ecobas), Angelo Martelli (Esseq), Michele La Carpia (La Carpia Michele), Eugenia Ercolani (Lucania Spurghi), Vito Moretti (Moretti Ecorecuperi), Loredana Durante (ProgettAmbiente), Gabriele D’Arienzo (SCA), Dino Venezia (Tecnoeco), Walter Perrone (Tecnoecologia, Tonio Di Cecca (Decom).

“La transizione ambientale ed ecologica è il pilastro delle politiche comunitarie insieme alla transizione energetica e per si deve intendere semplicemente ”, ha dichiarato il Presidente La Carpia. “Questo ha spinto Confapi Matera a creare due nuove apposite Categorie, Energia e, appunto, Ambiente”.

“Il nostro compito – ha proseguito Domenico La Carpia – è quello di sviluppare in Basilicata il comparto delle imprese che si specializzano nelle diverse attività che riguardano la salvaguardia ambientale, dalle bonifiche ai trasporti, dalle analisi di laboratorio ai servizi specialistici, ecc.”.

Per Lucio Morelli – neo eletto Vice Presidente – “la Sezione Ambiente di Confapi Matera nasce con aziende di eccellenza, che dispongono di competenze elevatissime nel settore. I mesi e gli anni che aspettano lasciano presagire un futuro roseo per un comparto cui spetta il delicato c

You should be logged to write a comment