Molinari (Sezione Edili Confapi Matera) chiede alla Regione Basilicata di ripristinare la funzionalità del Consorzio di Bonifica per pagamenti imprese creditrici

La questione dei pagamenti richiesti dalle imprese creditrici al Consorzio di Bonifica di Bradano e Metaponto rischia di provocare danni irreparabili e pertanto occorre ripristinare in tempi rapidi la funzionalità dell’Ente.
E’ quanto sostiene il Presidente della Sezioni Edili di Confapi Matera, Michele Molinari che, dopo aver chiesto inutilmente un incontro al presidente del Consorzio Angelo Carriero, si rivolge al Presidente della Regione De Filippo e all’assessore regionale all’agricoltura Mastrosimone.
Il dissesto finanziario che ha travolto il Consorzio di Bonifica negli ultimi anni sta penalizzando non solo i dipendenti delle strutture amministrative di Matera e Policoro ma anche gli imprenditori che attendono da mesi il saldo degli importi relativi a lavori e manutenzioni eseguiti per conto dell’ente consortile.
La Sezione Edili di Confapi Matera, pur considerando le difficoltà finanziarie che hanno coinvolto il Consorzio di Bonifica,  ritiene urgente e necessario un confronto al fine di conoscere la situazione debitoria e le eventuali prospettive di soddisfare in tempi ragionevolmente brevi le legittime aspettative delle imprese creditrici.
“Alla luce delle criticità segnalate e in attesa di una riforma dei Consorzi di Bonifica, sottolinea Molinari – la Regione Basilicata non può ignorare questa emergenza che coinvolge numerose imprese e fornitori, anche perché le inefficienze di una cattiva gestione amministrativa non possono ricadere sulle imprese creditrici”.
“Al Consorzio di Bonifica di Bradano e Metaponto – conclude Molinari – devono essere restituite le funzionalità per cui è stato costituito per tornare a svolgere quel ruolo strategico che ha rivestito in passato nel settore dell’agricoltura”.

You should be logged to write a comment