FONDO PER LA RIPRESA ECONOMICA DELLE PMI DELLA PROVINCIA DI MATERA

Per fornire sostegno alle imprese in un momento di profonda crisi nazionale ed internazionale, particolarmente evidente nei territori a minore sviluppo, e per favorire il rilancio delle attività economiche e dei cicli produttivi nell’ambito del territorio provinciale, la Giunta Camerale con deliberazione n. 143 del 24 luglio 2012 ha istituito un “FONDO PER LA RIPRESA ECONOMICA DELLE PMI DELLA PROVINCIA DI MATERA” per un ammontare di  € 100.000,00 articolato in due linee d’intervento, a favore delle PMI con sede legale e/o unità locali nella provincia di Matera.

Nei contenuti in allegato si potranno scaricare i file della modulistica da utilizzare e lo schema di Bando, predisposto in favore delle PMI dell’agricoltura, dell’artigianato, dell’industria, del commercio e dei servizi che, alla data di pubblicazione del medesimo Bando, siano iscritte presso il Registro delle Imprese tenuto dalla Camera di Commercio di Matera e che risultino, tra l’altro, in regola con la denuncia di inizio attività e con il versamento del diritto annuale camerale.
Le linee di intervento previste sono:

  • quella della “Ripresa”, con un contributo diretto alle PMI che richiedono un finanziamento, assistito dalla garanzia dei Confidi operanti nella provincia di Matera, calcolato sui costi sostenuti per ottenere la garanzia del Confidi fino al 2,75% del costo totale e per un importo massimo per singola impresa pari ad € 2.500,00=, i cui costi saranno certificati dal Confidi;
  • quella del “Sostegno”con un contributo diretto alle PMI che aderiscono alle “Nuove Misure per il Credito”, accordo sottoscritto il 28 febbraio 2012 dai Ministeri dello Sviluppo Economico e dell’Economia, dalle Associazioni delle Imprese e dall’ABI. L’agevolazione consiste nell’attribuzione di un contributo a fondo perduto sugli interessi che l’impresa sostiene nel periodo della moratoria per un importo massimo di € 2.500,00=. La certificazione degli interessi dovrà essere effettuata dal Confidi garante e/o dalla Banca finanziatrice.

L’Ente camerale interverrà a favore di tutti i richiedenti aventi i requisiti previsti, che inoltrino apposita istanza entro e non oltre la data del 31 dicembre 2012, o altra data anteriore qualora venga esaurita anticipatamente la somma stanziata, indipendentemente dalla linea di intervento di appartenenza e seguendo l’ordine cronologico di presentazione della domanda.

Il contributo camerale potrà essere erogato allo stesso beneficiario una sola volta e per un’unica tipologia di intervento e le agevolazioni previste dal Bando non sono cumulabili con altre agevolazioni camerali, regionali, nazionali e comunitarie inerenti tipologie di interventi similari; inoltre, alla moratoria, non potranno aderire le imprese che hanno già beneficiato della moratoria nel 2009.

Data di pubblicazione: 25/07/2012

 

   clicca qui

 

You should be logged to write a comment