Erosione della costa metapontina: a rischio la prossima stagione turistica

Il presidente delle Sezione Turismo di Confapi Matera, Franco Braia, esprime forte preoccupazione per l’avvio della nuova stagione turistica a causa dei gravi problemi connessi all’erosione della costa metapontina.
“Gli operatori turistici di Metaponto e degli altri comuni della costa – spiega Braia – sono fortemente preoccupati per l’esito della stagione balneare, in quanto le continue mareggiate degli ultimi tempi hanno ulteriormente ridotto l’arenile già rimpiccolito da un’erosione rapida e continua. I lidi metapontini hanno subito gravi danni per le intemperie dell’inverno e senza la sistemazione degli arenili la stagione balenare sarebbe compromessa”.
Il presidente della Sezione Turismo sollecita, quindi, la rapida attuazione del Progetto di stabilizzazione della costa, per cui è auspicabile che la Regione metta celermente a disposizione del Commissario straordinario le risorse finanziarie già assentite pari a 1,6 milioni di euro. Infatti, le risorse per l’affidamento dei lavori (ripascimento, barriere soffolte e manutenzione) sono già state definite; occorre solo che vengano materialmente messe a disposizione per iniziare a lavorare. Il tempo stringe e tra interventi di emergenza fatti ogni anno e interventi strutturali promessi e mai attuati, l’industria turistica lucana riceve un danno ingente.
L’intervento più urgente riguarda Metaponto Lido, dove l’erosione è più avanzata, ma è l’intera costa jonica lucana a risentire dei fenomeni erosivi. “Gli operatori turistici – conclude Franco Braia – sollecitano sia le opere di difesa della costa, sia gli interventi di ripascimento degli arenili stravolti dalle mareggiate”.
“Occorre accelerare i tempi per salvare la stagione turistica 2013, a beneficio dell’intera industria turistica lucana, settore che costituisce potenzialmente una leva della nostra economia, ma che ancora stenta a trovare una definitiva consacrazione”.

You should be logged to write a comment