Confapi Matera e Apindustria Venezia s’incontrano

Confapi Matera e Apindustria Venezia s’incontrano nei Sassi per aprire nuove strade a sinergie e opportunità commerciali

Nella meravigliosa cornice dei Sassi di Matera, quest’anno Capitale Europea della Cultura, il pomeriggio di venerdì 18 ottobre scorso, una delegazione di otto consiglieri di Apindustria Venezia ha incontrato gli organi direttivi e i consiglieri di Confapi Matera. L’incontro è stato un momento di conoscenza e di reale confronto tra due mondi imprenditoriali, diversi per il contesto in cui crescono, ma uguali nella ricerca delle soluzioni e nella creazione di eccellenze. Da questa iniziativa sono già nate sinergie che porteranno ad accordi economici tra le imprese associate dei due territori.
Il presidente di Confapi Matera, Massimo De Salvo, ha accettato subito la proposta nata da Alessia Rossi, consigliera di Apindustria Venezia con delega allo sviluppo del networking. Queste sono state le sue parole di apertura: “Siamo onorati di ospitare la delegazione di un’altra provinciale come quella di Apindustria Venezia perché credo fermamente che la reciproca conoscenza sia fondamentale per la creazione di protocolli d’intese e visioni che possano creare ricchezza per le nostre PMI, unità fondamentali del tessuto economico italiano”.
“Matera non è un territorio semplice per l’imprenditoria, ma nonostante questo si distingue per un valore storico e imprenditoriale stupefacente grazie alla determinazione dei suoi cittadini” spiega il Vicepresidente vicario materano, Francesco Ramundo. “Dagli anni ’50, l’attività imprenditoriale è in continua ascesa e punta soprattutto sui settori agroalimentare, edile e ICT. Anche l’occupazione sta aumentando”.
Il Direttore di Confapi Matera, Vito Gaudiano, già imprenditore nel settore ICT, si è detto colpito dai racconti dei delegati di Apindustria Venezia, che hanno raccontato storie di successo delle realtà dalle quali provengono, ricordando anche i momenti di difficoltà incontrati, momenti che li hanno spinti a entrare nella rete associativa, dove hanno trovato sostegno e risposte concrete. “Sono proprio i momenti difficili a portarci alle scelte che ci rendono più forti. Da questo nasce lo spirito associativo che oggi ci ha portato qui a individuare opportunità di crescita dal dialogo dei nostri due territori”.
Il Direttore di Apindustria Venezia, Nicola Zanon, dopo aver tracciato un quadro economico delle provincie di Venezia e Treviso, rappresentate dalla delegazione, ha indicato i settori che potrebbero essere interessati alle sinergie: energia rinnovabile, edilizia sostenibile, enogastronomia e turismo. “A seguito di questo incontro, in cui abbiamo già individuato delle aperture per nuove sinergie, metteremo a disposizione dei nostri associati le liste delle aziende interessate a futuri contatti. Questa iniziativa rientra nella pianificazione di una serie di incontri che Apindustria Venezia sta attuando nell’ottica di una sempre più forte collaborazione tra territori consociati”.
In chiusura dei lavori è intervenuto Francesco Salvatore, noto fautore del progetto Matera Capitale Europea della Cultura 2019, la cui azienda è socia di Confapi Matera. Questi ha tenuto a ringraziare l’associazione, ricordando l’ex-direttore Franco Stella – mancato la scorsa primavera – tra i primi sostenitori del progetto.

Matera, 21 ottobre 2019
Confapi Matera
Ufficio Stampa

You should be logged to write a comment