Avviso Pubblico Valbasento – Matera: la Regione blocca il pagamento degli stati di avanzamento degli investimenti in corso

Avviso Pubblico Valbasento – Matera: la Regione blocca il pagamento degli stati di avanzamento degli investimenti in corso.

Gli Organi di Informazione sono cortesemente invitati alla conferenza stampa che si terrà lunedì 14 ottobre 2013, alle ore 10,00, presso la sede di Confapi Matera in piazza Mulino n. 19.
La conferenza stampa, cui prenderanno parte anche alcuni degli imprenditori direttamente interessati, avrà per oggetto i mancati pagamenti dei SAL, da parte della Regione Basilicata, per la realizzazione dei piani di sviluppo industriale a valere sull’avviso pubblico Valbasento – Matera.
Confapi Matera segnala che le imprese beneficiarie delle agevolazioni previste da una delle migliori iniziative messe in campo dall’attuale amministrazione regionale, vedono seriamente compromessi i programmi di sviluppo aziendali a causa del blocco, attuato dalla Regione, del pagamento degli stati di avanzamento lavori.
Con i contratti sottoscritti dalle due parti (Regione Basilicata ed imprese), sono stati assunti precisi impegni, nel rispetto dei tempi di realizzazione degli investimenti da parte delle aziende, a fronte di certezze nei tempi dei pagamento dei contributi previsti da parte della Regione Basilicata.
Il mancato rispetto dei contratti, inoltre, rischia persino di creare le condizioni di un dissesto finanziario di quelle aziende che, confidando nei termini contrattuali, hanno fatto ricorso all’indebitamento bancario, esponendosi alle richieste di rientro.
A rischio è la sopravvivenza di diverse aziende che, credendo di investire per crescere, adesso potrebbero addirittura chiudere con ulteriori effetti negativi sull’occupazione locale.
L’avviso pubblico Valbasento – Matera, del 2009, per la realizzazione di piani di sviluppo industriale, ha visto la concessione di contributi alle imprese con una dotazione complessiva di circa 85 milioni di euro a favore di 22 iniziative, con una previsione di 900 addetti.

You should be logged to write a comment